martedì 27 novembre 2007

Presentazione del MANIFESTO DEGLI UOMINI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE

Il 6 dicembre 2007 si terrà la Presentazione del MANIFESTO DEGLI UOMINI CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE. Il dibattito inizierà alle 17:30 alla SALA DELLA VACCARA del COMUNE DI PERUGIA e vi parteciperanno illustri oratori quali: l'On. Cancrini Deputato del P.D.C.I., l'On. Giulietti Deputato del P.D., l'Avv. Lamacchia Presidente dell'Associazione Giuristi Democaratici, il Prof. Fiorio della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Perugia, l'Avv. Mancinelli Ricercatore della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università La Sapienza di Roma ed il Dott. Pierluigi Corea dell'Associazione Ossigeno Onlus.
Il Dott. Corea, primo firmatario del Manifesto, aprirà il dibattito sottolineando la necessità che gli uomini prendano una chiara posizione contro la VIOLENZA di genere, piaga che colpisce tutta la popolazione femminile senza fare distinzioni e che molto spesso avviene tra le mura domestiche. "E' sicuramente necessario che tutti gli uomini si dissocino chiaramente da chi commette violenza sulle donne, dobbiamo affermare la nostra contrarietà dicendo "NON A MIO NOME!" Questo anche e soprattutto per dare un esempio ai giovani che devono crescere e formarsi in un ottica di rispetto e uguaglianza nei confronti delle donne", afferma il Dott. Corea.
Il dibattito sarà seguito da una cena di sottoscrizione del MANIFESTO che si terrà al LIDO VILLAGE di Ponte San Giovanni (PG) alle ore 20:30.

domenica 25 novembre 2007

I UNIVERSITA' DI OSSIGENO DEDICATA A HINA SALEM

Il 23, 24 e 25 novembre 2007, l’Associazione Nazionale Ossigeno Onlus ha organizzato la “Prima Università di Ossigeno”. Si sono approfonditi i temi della laicità, dell’uguaglianza e della pluralità, l’altermondialismo delle donne, la cultura del rispetto. Il Comitato ha partecipato ai dibattiti e ha seguito con interesse lo svolgimento degli incontri e le importanti testimonianze rese dai presenti. E’ prevista la nuova edizione del 2008 che sarà dedicata a Barbara Cicioni vittima di violenza in famiglia.

Lettori fissi